Titolo

Pubblicità



La pubblicità è divenuta oggi una leva strategica per tutta l’economia. L’immagine, in virtù del potere evocativo che riesce ad esercitare sul mercato, incide in maniera assai rilevante sulla psiche del consumatore. Inoltre la tecnologia dell’informazione ha naturalmente il potenziale di apportare enormi vantaggi agli stessi consumatori. Essa può fornire loro tutti i dati che desiderano per permettere di compiere una scelta. Tuttavia ciò comporta il rischio di un eccesso di informazione e una riduzione della trasparenza; la realtà e la rappresentazione della realtà rischiano così di confondersi in un crescendo di informazioni che bombardano le nostre percezioni. 
A ciò si aggiunga la rivoluzione telematica perennemente in atto che ha introdotto (e introdurrà inevitabilmente) nuovi dispositivi nelle nostre esperienze cognitive che hanno e avranno sempre più un impatto significativo sulla commercializzazione e vendita di beni e servizi. Tanto basta per capire come necessariamente la pubblicità deve sottostare a regole sia a garanzia della libera concorrenza, nel rapporto quindi tra imprenditore e imprenditore, sia a tutela del consumatore investito, suo malgrado, da un messaggio pubblicitario decettivo.