Titolo

Opera manuale e opera intellettuale



Il contratto d’opera è in generale il contratto in cui una delle parti si obbliga autonomamente a compiere, a fronte di un corrispettivo, un’opera od un servizio nei confronti di un’altra, rappresentata dal committente, per mezzo di lavoro prevalentemente proprio e senza alcuna subordinazione. Questa tipologia ricomprende perciò al suo interno sia il lavoro degli artigiani che quello dei liberi professionisti; nel primo caso si avrà un contratto d’opera manuale, mentre nel secondo un contratto d’opera intellettuale. Benché le norme sulla prestazione d’opera siano applicabili, in quanto compatibili, anche ai contratti con i liberi professionisti, le fonti normative che regolano le due tipologie divergono però in molti aspetti, in quanto da un lato lo stesso codice civile prevede norme speciali per i professionisti intellettuali, dall’altro le prestazioni rese da questi sono oggetto di leggi speciali che possono prevedere singole discipline specifiche di cui parleremo brevemente in un paragrafo a parte. 
Ricordiamo che il contratto d’opera stipulato con un artigiano si distingue dal contratto d’appalto in quanto, pur essendo tipi di contratto similari ed accomunati da diverse norme che li riguardano, nel primo caso l’artigiano utilizza soprattutto lavoro proprio, mentre il secondo ricorre ad una vera e propria organizzazione imprenditoriale di persone e materiali.