Titolo

I reati legati alla circolazione stradale



I reati attualmente previsti dal c.d.s. sono i seguenti: 
1 – art. 9/bis c.d.s. “competizioni sportive in velocità con veicoli a motore non autorizzate” 
2 –art. 9/ter c.d.s. “ divieto di gareggiare in velocità per veicoli a motore. Gare estemporanee non 
autorizzabili” 
3 – art. 186 c.d.s. “guida in stato d’ebbrezza da sostanze alcoliche” 
4 – art. 187 c.d.s. “guida in stato d’ebbrezza da sostanze stupefacenti” 
5 – art. 189 c.d.s. “comportamento in caso di incidente stradale - omissione di soccorso” 
ai quali si possono aggiungere, in quanto talora legati alla circolazione stradale, i seguenti reati: 
6 - art. 589 c. p. “omicidio colposo” 
7 – art. 590 c. p. “lesioni personali colpose”. 
I reati previsti dal codice della strada sono violazioni che comportano sanzioni di carattere penale di competenza dell’Autorità giudiziaria . I reati sono perseguibili d’ufficio e la competenza per il giudizio è del Tribunale. Fa eccezione l’art. 590 c. p. “lesioni personali colpose” che è reato perseguibile a querela di parte (da presentarsi entro 3 mesi dal fatto di reato) e la competenza è del Giudice di pace in sede penale . Compito della polizia giudiziaria (quindi anche degli agenti di polizia stradale) è raccogliere le prove (elementi di fatto), le fonti di prova (testimonianze), e le generalità delle persone coinvolte nel fatto di reato o che hanno concorso allo stesso ed informare l’Autorità giudiziaria, nella specie la Procura della Repubblica competente per territorio.