Titolo

I disabili e le agevolazioni fiscali



A favore dei disabili sono previste alcune normative fiscali di favore. Di seguito riportiamo quelle principali che possono essere utili per l’operatore di sportello. 
Anzitutto, per ogni figlio portatore di handicap fiscalmente a carico spetta una speciale detrazione dell’IRPEF pari ad € 774,69, a prescindere dall’ammontare del reddito complessivo del genitore. Dal 1° gennaio 2005 è stata poi introdotta una deduzione dal reddito imponibile fino a 3.700 € per il figlio portatore di handicap: questa deduzione, come altre analoghe, diminuisce con l’ammontare del reddito fino ad annullarsi totalmente e si applica utilizzando la stessa formula prevista per la no tax area. 
Sono previste le seguenti agevolazioni per i veicoli: 
• La possibilità di detrarre dall’IRPEF il 19% della spesa sostenuta e documentata per l’acquisto del veicolo 
• IVA agevolata al 4% sull’acquisto; 
• l’esenzione dal bollo auto 
• l’esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà; 
Sugli altri mezzi di ausilio e sussidi tecnici informatici: 
• possibilità di detrarre dall’IRPEF il 19% della spesa sostenuta 
• IVA agevolata al 4% per l’acquisto dei sussidi tecnici ed informatici; 
Spese per i disabili soggette a possibilità di detrazione: 
• possibilità di detrazione delle spese di acquisto e mantenimento (quest’ultime in modo forfettario) del cane guida per i non vedenti pari ad ¤ 516,46 
• La possibilità di detrarre dall’IRPEF il 19% della spese sostenute per i servizi di interpretariato per i sordo-muti 
Per l’abbattimento delle barriere architettoniche: 
• detrazione dell’imposta del 36% sulle spese sostenute per la realizzazione di interventi finalizzati all’abbattimento di barriere architettoniche 
Per le spese sanitarie: 
• la possibilità di dedurre dal reddito complessivo l’intero importo delle spese mediche generiche e di assistenza specifiche 
Per l’assistenza personale 
• possibilità di dedurre dal reddito complessivo gli oneri contributivi (fino all’importo massimo di Euro 1549,37) per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale a familiare 
Sono inoltre ammesse agevolazioni previste per il settore auto per particolari categorie di disabili quali: i non vedenti, i sordomuti, i disabili con handicap psichico o mentale titolari di indennità di accompagnamento, i disabili con grave limitazione di deambulazione o affetti da pluriamputazioni, i disabili con ridotta o impedita capacità motoria. Le agevolazioni, secondo quanto prevede la legge finanziaria 2007, si applicano se i veicoli sono utilizzati in via esclusiva o prevalente a favore del disabile e a condizione che il veicolo non sia venduto per almeno due anni, nel qual caso l’Amministrazione tributaria provvede al recupero della differenza (salvo che la vendita sia finalizzata all’acquisto di altro veicolo per un mutamento dell’handicap). 
È opportuno per l’operatore di Sportello acquisire presso la sede dell’Agenzia delle Entrate Provinciale l’Annuario del contribuente, pubblicazione gratuita nella quale sono chiaramente e dettagliatamente spiegate le procedure amministrative che si devono seguire per usufruire delle agevolazioni. 
Per ultimo non si può non segnalare la lodevole iniziativa dell’agenzia delle entrate che ha attivato un servizio di assistenza a domicilio per i contribuenti disabili impossibilitati a recarsi presso gli sportelli degli uffici delle entrate, e ciò per evitare code agli sportelli; rivolgendo però la richiesta alle Associazioni che operano nel settore.